Cronache Videoludiche · Real Life

Grandpa – Tradurre un videogioco e le sue 1000 difficoltà –

Qualche settimana fa sono stata impegnata in un progetto del LocJAM, una sorta di concorso dove i candidati si cimentano a tradurre un videogioco. La migliore traduzione vince e c’è anche la possibilità di esser chiamati per lavorare in qualche azienda del settore(!).

Premesso che ho partecipato per fare esperienza e testare le mie capacità, è stato un lavoro abbastanza impegnativo che mi ha insegnato molte cose.

Localizzare un videogioco non è semplice, ho passato tre giorni a tradurre, a ricontrollare che non ci fossero problemi con il codice ed a cercare di dare un senso al tutto perché certe espressioni inglesi non erano traducibili letteralmente in italiano come ad esempio un “laugh your pants off”.

Immagine

Grandpa

Se vi va potete provare questo breve indie, è la storia di un nonno e della sua nipotina e… ve lo consiglio perché è molto particolare ehehehe!

Avendo avuto solo 6 giorni prima della scadenza del concorso ho fatto il possibile per tradurlo bene, se trovate qualche errore perdonatemi.
Il gioco in questione vi porterà via solo 15 minuti di tempo essendo una sorta di visual novel, se dovesse capitarvi di bloccarvi ovviamente sono pronta a darvi una mano <3.

NOTA IMPORTANTE: Sarà possibile giocare a Grandpa solo fino a fine maggio prima dell’uscita dei risultati del concorso.