Real Life

A Neige non piacciono i VIP.

Miei cari biscottini che seguite il Blog.

Siamo quasi agli sgoccioli di questa lunga e caldissima estate. Siete ancora in vacanza? Avete passato bene questi mesi?

Io ovviamente sono sempre qui alle prese con i libri e con i videogiochi, ogni tanto metto il naso fuori casa ma la maggior parte del tempo lo passo morta vicino al condizionatore.
Ci sono tanti amici che non rivedo o con cui non parlo da diverso tempo e la cosa mi dispiace veramente tanto. I miss you all!

ImmagineLOLC2367

L’università che vorrei frequentare.

Il prossimo mese ricominceranno impegni di vario tipo quindi non datemi per dispersa!

Prima di tutto sarò impegnata con l’ESAME di giapponese, sono a buon punto con lo studio ma allo stesso tempo sono stressata e con l’ansia a 1000. Dopo questa sfida avrò quella della tesi, ho trovato una professoressa di letteratura inglese desiderosa di seguirmi…spero riusciremo a concordare l’argomento e di trovarmi bene.

Dopo il dovere c’è il piacere, parteciperò al Genova Comics nella giornata di domenica ma non con molto entusiasmo.

In generale non mi è mai piaciuta questa fiera, dopo aver letto che è stata fatta una raccolta fondi per invitare pseudo “VIP Cosplay” sono rimasta ancor più contrariata da questo evento.
Diciamolo chiaramente, ci sono cosplayers molto bravi ma che nessuno si fila solo perché non rappresentano un certo canone di bellezza, è l’ennesimo trionfo dell’aspetto su creatività, carattere e intelligenza.

10614354_10152836995622639_1545185658099767785_nMiaoooo!

Nel mio piccolo mi oppongo a tutto ciò. Ovviamente non sono fra coloro che augurano stupri o cose del genere, sono solo dell’idea che non bisognerebbe dare a queste persone eccessiva importanza.

Scusatemi se ho divagato, la prossima volta posterò qualche recensione nel mentre statemi bene!

Cronache Videoludiche

Child of Light

child-of-light-listing-thumb-02-ps4-us-11sep14 Igniculus: Aurora, what is love known by?
Aurora: When it hurts to say goodbye.

Una fiaba che tutti dovrebbero giocare.

Evocativo, toccante, originale…tanti sono i termini che possono essere utilizzati per descrivere Child of Light. Fra questi termini purtroppo c’è anche la parola breve ma dopo tutto una favola ha sempre una fine altrimenti non sarebbe una vera favola.

Potrei parlarvi di come l’avventura di Aurora possa simboleggiare il percorso dall’infanzia all’età adulta e di tutti i messaggi presenti nel gioco, ma questa storia va vissuta soggettivamente e rovinarvela sarebbe un vero peccato.